I percorsi di pellegrinaggio oggi

Via Francigena
Nell’anno 990 l’arcivescovo Sigerico viaggiò tra Roma e Canterbury descrivendo le 79 tappe del suo itinerario, annotandole in un diario. Scopri tutta la storia sul sito ufficiale della Via Francigena. Scopri le tappe lombarde del percorso pedonale.

Itinerario culturale di Saint Martin de Tours
Il grande cammino di San Martino di Tours è il primo che unisce l'Europa dell'Est all'Europa dell'Ovest, da Szombathely in Ungheria a Candes-Saint-Martin in Touraine, attraverso l'Italia e la Slovenia. Vai al sito ufficiale.

Il Cammino di S.Agostino
Il Cammino di Sant’Agostino è un pellegrinaggio mariano, concepito per raggiungere e collegare cinquanta Santuari mariani della Lombardia. Il percorso tocca anche Cassago Brianza, luogo della sua conversione, Milano, luogo del battesimo e Pavia, dove si trovano le relique del Santo. Vai al sito ufficiale.

Il Cammino di S.Colombano
In epoca altomedioevale, quella che oggi chiamiamo La via di San Colombano erà gia ampiamente utilizzata e collegava il Nord Italia a Roma, già prima dell’età dei longobardi e prima dell’attestazione di Sigerico della Via Francigena (X secolo) . Scopri qui l'itinerario pedonale dalla Svizzera a Pavia e le tappe della Via della Traslazione di San Colombano.

TransRomanica
E' un percorso riconosciuto dal Consiglio d'Europa come "Grande Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa" e rappresenta il comune patrimonio romanico di otto paesi europei tra il Mar Baltico ed il Mediterraneo. Vai al sito ufficiale.

La rete europea dei siti casadeiani
E' un'associazione nata con lo scopo di creare collegamenti moderni tra i siti che sono stati nel corso della loro storia collegati alla congregazione dell'abbazia di Chaise-Dieu. Visita il sito ufficiale

Le Réseau clunisien – Cluny
La rete dei Siti Cluniacensi è annoverata fra gli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa. Vai al sito della Federazione.

Associazione Italiana dei Cammini di San Michele
Nata su iniziativa del Comune di Pavia, di quello di Jelsi (Campobasso), dell’associazione “Il Bel San Michele onlus” e dell’associazione “Jubilantes onlus” di Como, ha l’obiettivo di promuovere la ricerca, gli studi, la comunicazione scientifica, culturale, artistica, religiosa, sociale, economica e turistica tra le città e i territori aderenti ai Cammini di S.Michele

Altre vie di interesse culturale in provincia di Pavia:

Via del Sale 
Il percorso che da Varzi si snoda fino a Genova, anticamente percorso da mercanti e pellegrini,  fa parte di quella rete di antiche strade e mulattiere, che in passato scendevano, attraverso l’Appennino, dalla pianura padana e dalle zone collinari dell’Italia settentrionale fino al litorale ligure. Vai al sito della Provincia di Pavia dedicato alla Via del Sale

Via del Mare
La Via del Mare è una rete di percorsi o vie verdi, (ciclopedonali e per il turismo equestre), che attraversana i territori dalla pianura di Milano, Pavia, Alessandria e Piacenza fino al promontorio di Portofino. Vai al sito della Provincia di Pavia dedicato alla Via del Mare.

Greenway della Battaglia di Pavia
La greenway della battaglia prende il nome dallo scontro tra francesi e spagnoli del 1525 per il possesso dell’Italia settentrionale E' è un lungo sentiero che si snoda lungo il corso della Vernavola. Vedi il percorso sul sito della Regione Lombardia.

Via dei Malaspina
E' un trekking in 4 tappe di 95 km che da Pavia raggiunge Bobbio in Val Trebbia (PC), passando da Voghera e Varzi. La Via dei Malaspina è un percorso in Oltrepò Pavese alternativo della Via Francigena, che si raggiunge a Pontremoli lungo la via degli Abati. Vai al sito dell'Associazione AVM.

Via degli Abati
La Via degli Abati è un cammino attraverso i monti, utilizzato fin dal VII secolo, quale tragitto più breve da Pavia a Lucca e verso Roma. L’itinerario, utilizzato già dai sovrani longobardi, toccava anche l’abbazia di Bobbio, dove i pellegrini diretti a Roma passavano a venerare le spoglie di San Colombano. Vai al sito ufficiale.